Deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionale all’attività

Deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionale all’attività

A. ATTIVITA’ SOGGETTA A SCIA/TITOLO ESPRESSO

A1. deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale CONTIGUO, cioè annesso fisicamente all’attività

Fase di avvio/trasferimento
Il deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale viene considerato un locale accessorio dell’esercizio e pertanto deve essere considerato nei metri quadrati dei locali accessori dell’esercizio e inserito nella pianta con l’indicazione dei confini della struttura e delle superfici coerenti con l’ultimo titolo abilitativo edilizio riferito all’immobile interessato (concessione edilizia, permesso di costruire …).
Alcuni esempi di pianta sono riportati nella seguente pagina.

Fase successiva all’avvio/trasferimento
Il deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale, come detto precedentemente, viene considerato un locale accessorio e pertanto:

  • nel caso in cui si aggiunga un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale è necessario utilizzare il procedimento “Ampliamento della superficie complessiva”
  • nel caso in cui si elimini un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale è necessario utilizzare il procedimento “Riduzione della superficie complessiva”

Nota: nel caso in cui si aggiunga/elimini un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale all’interno di attività extralberghiera il procedimento di riferimento è unico e trattasi di: “Variazione della capacità ricettiva e/o dei locali dell’attività.

A2. deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale NON CONTIGUO, cioè non annesso fisicamente all’attività
In questo caso sono state definite due specifiche procedure denominate:

  • “Aggiunta o eliminazione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionalmente, ma non fisicamente annesso all’attività”.
    Clicca sul link per accedere alla pagina relativa.
  • “Ampliamento o riduzione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionalmente, ma non fisicamente annesso all’attività”
    Clicca sul link per accedere alla pagina relativa.

Nota: differentemente dagli altri procedimenti, per le forme speciali di vendita (es. Commercio elettronico):

  • in fase di avvio/trasferimento: viene richiesto di specificare la presenza o meno del deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale all’interno della stessa procedura di avvio/trasferimento.
    Nel caso in cui si voglia utilizzare un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale in un Comune diverso dalla sede dell’attività, è necessario utilizzare il procedimento “Aggiunta o eliminazione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto funzionale all’attività”
  • in una fase successiva dall’avvio/trasferimento è necessario utilizzare i seguenti procedimenti:
    1. “Aggiunta o eliminazione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionale all’attività (anche non contiguo)”
    2. “Ampliamento o riduzione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionale all’attività (anche non contiguo)”

B. ATTIVITA’ LIBERA

Es. attività artigianale di asporto di cibi, quale la pizza al taglio

Nel caso in cui il deposito sia di tipo alimentare e sia NON CONTIGUO rispetto all’attività (cioè non annesso fisicamente), è necessario presentare specifica notifica sanitaria, in quanto il deposito si viene a configurare come uno stabilimento diverso rispetto a quello dell’attività principale.

Per aggiungere un deposito:

  • Accedere alla sezione “Invia una pratica”
  • Selezionare la procedura “Altre notifiche sanitarie”
  • Selezionare il procedimento di interesse:
    – Avvio: se il deposito è in uno stabilimento non ancora registrato
    – Modifica della tipologia dell’attività: se il deposito è in uno stabilimento già registrato
  • Selezionare all’interno della lista di tipologie di attività: “Deposito alimenti e bevande funzionalmente (ma non materialmente) annesso all’attività”

Per eliminare un deposito:

  • Accedere alla sezione “Invia una pratica”
  • Selezionare la procedura “Altre notifiche sanitarie”
  • Selezionare il procedimento di interesse:
    – Modifica della tipologia dell’attività: se viene eliminato il deposito in uno stabilimento già registrato in cui residuano altre attività
    – Cessazione: se viene eliminato il deposito in uno stabilimento già registrato in cui non residuano altre attività

Aggiunta o eliminazione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionalmente, ma non fisicamente annesso all’attività

Per presentare la pratica è necessario:

  1. Accedere alla sezione “Invia la pratica online”
  2. Selezionare il Comune dove è ubicato il deposito.
    Nota bene: verificare selezionare il Comune dove è ubicato il deposito e non il comune dove è ubicato l’esercizio (nel caso in cui non siano coincidenti)
  3. Selezionare l’attività a cui è funzionale il deposito.
    Es. “Commercio > Esercizio di vicinato”
    Nota bene: il deposito può essere funzionale a più attività, ma è necessaria una pratica per ciascuna delle attività a cui è funzionale
  4. Selezionare il procedimento “Modifiche e variazioni”
  5. Selezionare il procedimento “Aggiunta o eliminazione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionalmente, ma non fisicamente annesso all’attività”
    Il percorso delle scelte può essere riassunto come segue nel caso di deposito funzionale ad esercizio di vicinato (ma non contiguo fisicamente): Esercizio dell’attività produttiva>Commercio>Esercizio di vicinato>Modifiche e variazioni> Aggiunta o eliminazione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionalmente, ma non fisicamente annesso all’attività

La procedura telematica prevede i seguenti passaggi.

IN CASO DI ELIMINAZIONE

  1. Indicare i riferimenti all’autorizzazione/dichiarazione/segnalazione relativi all’attività
  2. Indicare i riferimenti all’autorizzazione/dichiarazione/segnalazione relativi al deposito
  3. Indicare l’ubicazione del deposito
    Nota: nel caso in cui il deposito sia alimentare, la procedura prevede l’invio della notifica sanitaria al Dipartimento di Prevenzione dell’AUSL

IN CASO DI AGGIUNTA

  1. Indicare l’ubicazione del deposito
  2. Indicare la superficie del deposito
  3. Allegare pianta con l’indicazione dei confini del deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale e delle relative superfici, coerenti con l’ultimo titolo abilitativo edilizio riferito all’immobile interessato (concessione edilizia, permesso di costruire…)
    Alcuni esempi sono riportati nella pagina dedicata.
  4. Verificare i requisiti in materia edilizia, urbanistica, igienico-sanitaria e sulla destinazione d’uso dei locali, nonché le norme in materia di sicurezza e di prevenzione degli incendi
    Nota: nel caso in cui il deposito sia alimentare, la procedura prevede l’invio della notifica sanitaria al Dipartimento di Prevenzione dell’AUSL

Ampliamento o riduzione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionalmente, ma non fisicamente annesso all’attività

Per presentare la pratica è necessario:

  1. Accedere alla sezione “Invia la pratica online”
  2. Selezionare il Comune dove è ubicato il deposito.
    Nota bene: verificare selezionare il Comune dove è ubicato il deposito e non il comune dove è ubicato l’esercizio (nel caso in cui non siano coincidenti)
  3. Selezionare l’attività a cui è funzionale il deposito.
    Es. “Commercio > Esercizio di vicinato”
    Nota bene: il deposito può essere funzionale a più attività, ma è necessaria una pratica per ciascuna delle attività a cui è funzionale
  4. Selezionare il procedimento “Modifiche e variazioni”
  5. Selezionare il procedimento “Ampliamento o riduzione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionalmente, ma non fisicamente annesso all’attività”
    Il percorso delle scelte può essere riassunto come segue nel caso di deposito funzionale ad esercizio di vicinato (ma non contiguo fisicamente): Esercizio dell’attività produttiva>Commercio>Esercizio di vicinato>Modifiche e variazioni> Ampliamento o riduzione di un deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale funzionalmente, ma non fisicamente annesso all’attività

La procedura telematica prevede i seguenti passaggi:

  1. Indicare i riferimenti all’autorizzazione/dichiarazione/segnalazione relativi all’attività
  2. Indicare i riferimenti all’autorizzazione/dichiarazione/segnalazione relativi al deposito
  3. Indicare l’ubicazione del deposito
  4. Allegare pianta con l’indicazione dei confini del deposito/magazzino/area a cielo aperto/locale e delle relative superfici, coerenti con l’ultimo titolo abilitativo edilizio riferito all’immobile interessato (concessione edilizia, permesso di costruire…)
    Alcuni esempi sono riportati nella pagina dedicata
  5. Verificare i requisiti in materia edilizia, urbanistica, igienico-sanitaria e sulla destinazione d’uso dei locali, nonché le norme in materia di sicurezza e di prevenzione degli incendi