homea chi si rivolgeristoratori › modifica tipologia - modifica attrezzature e/o locali - modifica superfici

Modificare o estendere la tipologia – Modificare le attrezzature e/o i locali – Ampliare/ridurre, aggiungere/eliminare le superfici

MODIFICARE O ESTENDERE LA TIPOLOGIA
Ferma restando la tipologia unica, negli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande è possibile effettuare 4 diverse tipologie di attività in funzione dei requisiti igienico-sanitari dei locali. (Regolamento regionale n. 2/2007)

La modifica e l'estensione della tipologia di attività svolta è quindi subordinata al possesso di tali requisti.

Cosa occorre fare
Per richiedere la modifica della tipologia è necessario selezionare Somministrazione di alimenti e bevande > Somministrazione di alimenti e bevande (bar e ristoranti) > modifiche e variazioni >Modifica della tipologia di somministrazione di cui al regolamento regionale n. 2/2007 (ai fini della notifica sanitaria).

Non è prevista l'imposta di bollo

Tempi

La nuova attività può avere inizio dalla data di presentazione della comunicazione.


MODIFICARE LE ATTREZZATURE E/O I LOCALI
Il Provvedimento dirigenziale del Dipartimento sanità, salute e politiche sociali, igiene e sanità pubblica e veterinaria, n. 684 del 11 febbraio 2019 ha stabilito che, in generale, nel caso di aggiunta di attrezzature, non è più necessario procedere ad alcuna notifica, ma è necessario aggiornare il piano di autocontrollo (HACCP). Questa modalità è innovativa rispetto a quanto avveniva in passato, laddove l'aggiunta di nuove attrezzature (come per esempio l’inserimento di un abbattitore), che determinasse una nuova linea produttiva comportava la presentazione di un procedimento di modifica di attrezzature e/o locali ai fini dell’aggiornamento della notifica sanitaria.

Si rammenta all’imprenditore, il quale desideri inserire nuove attrezzature, quali forni per la pizza e fornetti per riscaldare, come sia preventivamente necessario confrontarsi direttamente con l’AUSL, per verificare che tale aggiunta non si configuri come nuova attività.

Cosa occorre fare
Non si rende necessario alcun adempimento (salvo i casi sopra richiamati).


AMPLIARE/RIDURRE, AGGIUNGERE/ELIMINARE LE SUPERFICI
Si rammenta all’imprenditore che è necessario:

  1. in fase di avvio/subingresso/trasferimento dell’attività dare conto di tutte le superfici utili e funzionali all’esercizio dell’attività medesima (che si tratti di superficie di vendita o di somministrazione o in generale d’uso, così come le eventuali superfici accessorie quali magazzini, depositi, locali di lavorazione, uffici e servizi ivi compresi quelli igienici…);
  2. in caso di aggiunta/riduzione di superfici (compresi i depositi/magazzini/aree a cielo aperto/locali), rispetto a quelle inizialmente individuate, purché si tratti di SUPERFICI CONTIGUE (ossia direttamente confinanti), inoltrare apposito procedimento per segnalare l’ampliamento/la riduzione delle superfici;
  3. in caso di aggiunta/eliminazione di superfici (compresi i depositi/magazzini/aree a cielo aperto/locali), rispetto a quelle inizialmente individuate, purché si tratti di SUPERFICI NON CONTIGUE (ossia non direttamente confinanti), inoltrare apposito procedimento per segnalare l’aggiunta/eliminazione di deposito/ magazzino/area a cielo aperto/locale;

Cosa occorre fare
Per richiedere l’ampliamento delle superfici è necessario selezionare Somministrazione di alimenti e bevande > Somministrazione di alimenti e bevande (bar e ristoranti) > ampliare o trasferire l'attività.

Per richiedere la riduzione delle superfici è necessario selezionare Somministrazione di alimenti e bevande > Somministrazione di alimenti e bevande (bar e ristoranti) > ridurre o chiudere l'attività.

Non è prevista l'imposta di bollo

Tempi
La nuova attività può avere inizio dalla data di presentazione della segnalazione.

A chi si rivolge